Tefaf Maastricht 2017

10.03.2017 / 19.03.2017

Dal 10 al 19 Marzo 2017, in occasione di TEFAF Maastricht, la fiera di arti figurative e antiquariato più importante del mondo, la Galleria Borghese presenterà alcune delle opere più significative della sua collezione, tra le quali anche capolavori mai esposti fin’ora.

E’ la prima volta in assoluto che la Galleria Borghese presenta le opere di tale significato e tutte insieme, fuori dal proprio contesto. Si tratta di dipinti di Dosso Dossi, Pietro da Cortona, Giulio Romano, Battistello Caracciolo e van Honthorst. Tra le sculture la Galleria Borghese presenterà le opere dell’Algardi, di Bernini e di Cordier.

La collezione della Galleria Borghese che fu definita la più bella collezione del mondo, è tuttora raccolta nel luogo che fu creato e pensato per quella collezione, in una sorta di sogno del museo ante litteram.
La collezione fu creata a partire dal 1607 per volere del cardinale Scipione Caffarelli Borghese (1577-1633) che intraprese un'intensissima committenza architettonica, dando contemporaneamente l'avvio a una sistematica acquisizione di opere d'arte che avrebbero reso la sua collezione una delle più grandi dell'epoca. La prima collezione fu formata dai dipinti di Caravaggio, di Tiziano e di Raffaello mentre la collezione di sculture antiche, altro fondamentale elemento capace di conferire un'aura di ideale universalità alle collezioni artistiche, era andata costantemente arricchendosi. Allo splendore dei marmi archeologici faceva eco la straordinaria novità della statuaria "moderna", in costante competizione con i modelli classici. Dal 1615 al 1623 il giovane Gian Lorenzo Bernini eseguì per il cardinale i celeberrimi gruppi scultorei, ancora oggi conservati nel Museo e posti al centro di ogni sala, raccordando l’intero tema decorativo al nucleo iconografico del gruppo scultoreo, e che ad oggi non sono stati mai spostati: l'Enea e Anchise, il Ratto di Proserpina, il David, l'Apollo e Dafne. Oltre ad essere eccezionale per la sua splendida collezione, il museo è perfetto nella coerenza del suo insieme decorativo che implica marmi, intarsi, mosaici, stucchi e inserti dell’antico.

La scelta delle opere esposte vuole essere significativa di un luogo che non è soltanto una raccolta di pittura e di scultura, formata quasi esclusivamente da capolavori ma anche un complesso decorativo perfetto dell’insieme nelle decorazioni, negli arredi, nelle pareti, nei pavimenti. Una collezione viva testimoniata oggi dalla recente acquisizione di un dipinto, Ritratto del Cardinale Giulio Sacchetti di Pietro da Cortona, in linea con quanto avviato dal Cardinale Scipione.

La mostra è organizzata all’interno della sezione Loan Exhibition di TEFAF Maastricht, un punto, d’incontro senza eguali per i migliori mercanti d’arte globali, oltre che una meta irrinunciabile per i principali collezionisti internazionali, sia privati che istituzionali.

Per maggiori informazioni www.tefaf.com 

 

 

Tefaf Maastricht 2017