Giuditta con la testa di Oloferne

Galizia Fede
(Milano 1578 - 1630)
<p>x</p>

olio su tela, cm 141 x 108
Inventario
165
Posizione
Opera non esposta
In prestito alla mostra "The Ladies of the Baroque"( Musèe des Beaux Arts de Gand, Gand, Belgio, 19/10/2018 – 20/01/2019). L'opera è temporaneamente sostituita con Giovan Francesco Romanelli, "Sibilla ", inv. 51

L'opera firmata e datata nel bordo del catino, proviene dall'eredità del cardinale Salviati. Il soggetto è raccontato nel Vecchio Testamento: l'ebrea Giuditta, che salvò la patria dall'invasione assira, è simbolo della Fortezza e come salvatrice del suo popolo prefigura la Madonna ed è invocata nel giorno dell'Immacolata Concezione. L'episodio è presentato dalla pittrice, particolarmente abile nella resa delle stoffe e gli ornamenti, accentuandone il significato vittorioso nella bellezza della donna, elegantemente vestita, ed escludendo dalla rappresentazione il momento drammatico e violento della decapitazione.

OPERE
RELAZIONATE