il vostro Browser ha Javascript disabilito. Attivalo per vedere correttamente il sito

LA GALLERIA BORGHESE NON SI FERMA


In un periodo di massimo picco dei social in cui vengono proposte da più parti iniziative di ogni tipo per dare il massimo contributo nell’emergenza attuale, la Galleria Borghese opera per incentivare il massimo coinvolgimento tra gli utenti e fare “rete” tra le istituzioni.

In quest’ottica, proprio ieri, 17 marzo, ha lanciato una nuova campagna, la #artchallenge: dandone per prima l’esempio, ha invitato utenti e istituzioni a partecipare, pubblicando una foto dell’opera più amata, “taggando” per ogni foto 5 amici oltre alla stessa Galleria Borghese. La challenge ha riscosso immediato successo con una partecipazione massiccia e internazionale.

In questo periodo la Galleria, sempre molto attiva sui social, ha fatto propria la campagna “Io resto a casa”, lanciando il 4 marzo la campagna #laculturanonsiferma che è stata ripresa da tantissimi musei italiani. Il museo ha iniziato a raccontare, attraverso i suoi protagonisti, quello che accade dietro le quinte, cominciando lo storytelling con un’intervista alla Direttrice Anna Coliva sul progetto di indagini diagnostiche dedicato alla Deposizione di Raffaello per il cinquecentenario della morte dell’artista, realizzata in occasione dell’iniziativa del Mibact #litaliachiamo.

Con cadenza quotidiana format diversi si alternano, seguendo appuntamenti social, condividendo contenuti e iniziative, offrendo visioni inedite degli ambienti e delle opere, spunti di riflessione sorprendenti e immediati, approfondimenti e proposte interattive.

LA GALLERIA BORGHESE NON SI FERMA