il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito

Cristo nel sepolcro

Turchi Alessandro detto Orbetto
(Verona 1578 - Roma 1649)


Il cattivo stato di conservazione pregiudica purtroppo la lettura del dipinto, senz’altro da attribuire al pittore veronese Alessandro Turchi, che lavora per Scipione Borghese fra il 1616 e il 1617. Il colore scuro della lavagna, usata come supporto, si mostra espediente utile alla trattazione drammatica del soggetto, che vede il corpo di Cristo vegliato dagli angeli nel sepolcro.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su lavagna, cm 28 x 22


Inventario | 307

Posizione | I depositi


Periodo | '600


Tipologia | pittura