Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Cristo nel sepolcro

Turchi Alessandro detto Orbetto
(Verona 1578 - Roma 1649)


Il cattivo stato di conservazione pregiudica purtroppo la lettura del dipinto, senz’altro da attribuire al pittore veronese Alessandro Turchi, che lavora per Scipione Borghese fra il 1616 e il 1617. Il colore scuro della lavagna, usata come supporto, si mostra espediente utile alla trattazione drammatica del soggetto, che vede il corpo di Cristo vegliato dagli angeli nel sepolcro.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su lavagna, cm 28 x 22


Inventario | 307

Posizione | I depositi


Periodo | '600


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa