il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito

Davide con la testa di Golia

Caracciolo Giovanni Battista detto Battistello
(Napoli 1570 - 1637)


Il dipinto è citato nel 1612 con riferimento a Battistello in una ricevuta del falegname di Casa Borghese; più tardi (1650) è segnalata nella Descrizione dal Manilli, con la singolare attribuzione a Giulio Romano. Davide è rappresentato a figura intera, in atto di appoggiarsi all’elsa di una spada; indossa un copricapo ‘alla moda’ con piume ed è investito da un raggio di luce che evidenzia, in modo quasi teatrale, la parte superiore del busto e la testa del gigante Golia. In merito al soggetto è stata notata la ricorrenza di alcuni temi specifici nella collezione di Scipione Borghese, che annovera opere di Bernini e Caravaggio imperniate sullo stesso eroe biblico.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tela, cm 202 x 112


Inventario | 2

Posizione | Sala 2 – Sala del David


Periodo | '600


Tipologia | pittura