Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Davide con la testa di Golia

Caracciolo Giovanni Battista detto Battistello
(Napoli 1570 - 1637)


Il dipinto è citato nel 1612 con riferimento a Battistello in una ricevuta del falegname di Casa Borghese; più tardi (1650) è segnalata nella Descrizione dal Manilli, con la singolare attribuzione a Giulio Romano. Davide è rappresentato a figura intera, in atto di appoggiarsi all’elsa di una spada; indossa un copricapo ‘alla moda’ con piume ed è investito da un raggio di luce che evidenzia, in modo quasi teatrale, la parte superiore del busto e la testa del gigante Golia. In merito al soggetto è stata notata la ricorrenza di alcuni temi specifici nella collezione di Scipione Borghese, che annovera opere di Bernini e Caravaggio imperniate sullo stesso eroe biblico.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tela, cm 202 x 112


Inventario | 2

Posizione | Sala 2 – Sala del David


Periodo | '600


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa