Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Il ritorno del figliol prodigo

Benci Giovanni Battista
(attivo a Roma prima metà del sec. XVII)


Il dipinto era presente nella collezione Borghese già dalla metà del Seicento con l’attribuzione al Benci. Nonostante le poche notizie sull’attività artistica dell’artista, la sua presenza nella collezione di Scipione Borghese testimonia la curiosità intellettuale del cardinale e il suo gusto. Nel dipinto il contrasto tra i colori e gli incarnati dei personaggi, insieme alle forti linee diagonali create dalle figure, fissano un impianto energico e dinamico della superficie pittorica.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tela, cm 110 x 148


Inventario | 406

Posizione | I depositi


Periodo | '600


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa