Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Incredulità di San Tommaso

Mazzola Ludovico detto Mazzolino
(Ferrara 1480 ca. - 1528-30)


Il dipinto apparteneva alla collezione del cardinal Salviati, affluita nella raccolta Borghese attraverso le nozze di Paolo Borghese con Olimpia Aldobrandini. La piccola tavola costituisce una delle opere più straordinarie realizzate dall’artista; nella semplicità della composizione si fondono tutti i complessi riferimenti artistici e culturali cui Mazzolino attinge nel corso della sua carriera di pittore attivo presso la corte di Ferrara. La preziosità dei nimbi denota l’estenuata cura formale, quasi da orafo, espressa dal pittore nelle sue creazioni, per lo più tutte di piccolo formato. Lo sfondo del paesaggio richiama analoghe soluzioni del Dosso mentre il gesto di Tommaso rimanda ad alcune esasperazioni formali legate all’influenza di Amico Aspertini, pittore bolognese dall’inquieta personalità.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tavola, cm 37,5 x 30,5


Inventario | 223

Posizione | I depositi


Periodo | '500


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa