il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito

La caduta di Lucifero

Negretti Jacopo detto Jacopo Palma il Giovane
(Venezia 1548 ca. - 1628)


Ricordata nell’inventario del 1790 l’opera è stata inizialmente riferita a Tintoretto, ma dalla fine dell’Ottocento l’attribuzione a Palma il Giovane è concordemente accettata dalla critica. La composizione è considerata bozzetto preparatorio per un dipinto di più ampie dimensioni, come sembrano alludere i corpi vorticosi degli angeli con le spade, di cui tuttavia mancano notizie. Il buono stato di conservazione agevola la lettura del dipinto, in cui è possibile notare, in contrasto con il soggetto raffigurato la prevalenza di tonalità chiare. La scena raffigura Dio Padre che caccia Lucifero e i suoi seguaci dal cielo.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tela, cm 74 x 127


Inventario | 175

Posizione | Vestibolo


Periodo | '500


Tipologia | pittura