Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

La caduta di Lucifero

Negretti Jacopo detto Jacopo Palma il Giovane
(Venezia 1548 ca. - 1628)


Ricordata nell’inventario del 1790 l’opera è stata inizialmente riferita a Tintoretto, ma dalla fine dell’Ottocento l’attribuzione a Palma il Giovane è concordemente accettata dalla critica. La composizione è considerata bozzetto preparatorio per un dipinto di più ampie dimensioni, come sembrano alludere i corpi vorticosi degli angeli con le spade, di cui tuttavia mancano notizie. Il buono stato di conservazione agevola la lettura del dipinto, in cui è possibile notare, in contrasto con il soggetto raffigurato la prevalenza di tonalità chiare. La scena raffigura Dio Padre che caccia Lucifero e i suoi seguaci dal cielo.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tela, cm 74 x 127


Inventario | 175

Posizione | Vestibolo


Periodo | '500


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa