Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Lucrezia

Sirani Elisabetta
(Bologna 1628 - 1665)


L’opera, presente nella raccolta dal 1790, testimonia la fedeltà della pittrice sia agli esempi del padre, il pittore Giovanni Andrea (1610-70), sia alla maniera chiara di Guido Reni. Lucrezia, stesa sul letto dopo la violenza subita dal figlio di Tarquinio il Superbo, è pronta a darsi la morte con il pugnale, pronto sotto la sua mano destra.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tela, cm 101 x 78


Inventario | 90

Posizione | I depositi


Periodo | '600


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa