Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Martirio di santa Caterina d’Alessandria

Tisi Benvenuto detto Garofalo, maniera
(Garofalo o Ferrara 1476 - Ferrara 1559)


Probabilmente il dipinto proviene dalla collezione di Lucrezia d’Este. Ritenuta generalmente opera di bottega, denota un certo accademismo formale frequente nei seguaci del Maestro. Nella scena è raffigurato il momento in cui gli angeli spezzano con le spade la ruota dentata, strumento del martirio della principessa Caterina, che poi troverà la morte per decapitazione.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tavola, cm 50 x 32


Inventario | 216

Posizione | I depositi


Periodo | '500


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa