Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Paesaggio con Erminia fra i pastori

Ryssen Cornelis van
(attivo seconda metà del sec. XVII)


Il Paesaggio è identico per misure e supporto all’altro con le rovine, con il quale è stato concepito in pendant. I due piccoli ovati sono attribuiti negli inventari antichi a un certo “Cornelio Satiro”, da identificare con il pittore Cornelis Van Ryssen, proveniente dalle Fiandre ed entrato a Roma nell’Accademia dei Satiri, dalla quale evidentemente trasse l’italianizzazione del suo nome. Nel dipinto viene raffigurata Erminia fra i pastori, episodio narrato nella Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso (VV, 1-22). La giovane, in piedi e vestita dell’armatura di Clorinda, chiede ospitalità ai pastori, nella vana speranza di dimenticare il suo amore infelice per Tancredi.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su rame, cm 21 x 26


Inventario | 283

Posizione | I depositi


Periodo | '600


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa