Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Ritratto di monaca domenicana

ambito senese


La tavola, che raffigura una religiosa ancora sconosciuta, è citata in Collezione a partire dal 1693. Il riferimento all’ambito senese risulta già nel XVIII secolo, quando il dipinto è attribuito a Francesco Vanni, ipotesi valida per la provenienza culturale dell’autore. La suora può essere riconosciuta, per l’abbigliamento, come una domenicana: indossa infatti un doppio velo nero e bianco, il soggolo, la tunica e lo scapolare. Quest’ultimo particolare dell’abito qualifica il personaggio come appartenente al primo o al secondo Ordine domenicano. La presenza del giglio, simbolo di verginità, evoca i ritratti di S. Caterina da Siena.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | tempera su tavola, cm 46 x 38


Inventario | 153

Posizione | I depositi


Periodo | '600


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa