Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Sansone in catene

Carracci Annibale
(Bologna 1560 - Roma 1609)


L’opera, presente nella collezione Borghese almeno dalla metà del XVII secolo, venne dipinta probabilmente a Bologna nel 1594. Non sorprende che negli inventari antichi il dipinto sia stato riferito all’ambito della pittura veneta del Cinquecento, a conferma che, a questa data, Annibale si ispirava allo stile dei maestri veneti.

Il soggetto è ripreso dall’Antico Testamento, nel Libro dei Giudici, dove si racconta di Sansone che, legato nella caverna della rupe di Etam dagli uomini di Giuda, è in attesa della vendetta dei Filistei; ai suoi piedi è la mascella d’asino, con cui poco dopo ucciderà mille uomini (Giudici 15,11-13).


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tela, cm 180 x 130


Inventario | 23

Posizione | Sala 2 – Sala del David


Periodo | '500


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa