Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Testa di Satiro coronata di pampini

Bonzi Pietro Paolo
(Cortona 1573 - Roma 1636)


Questa Testa di Satiro colpisce per l’immediatezza del tratto, la vivacità del segno, la pennellata larga e facile, tutte caratteristiche che fanno pensare a un’opera del Gobbo dei Carracci, pittore specializzato in nature morte, assai esperto nel maneggiare il pennello e poco incline al disegno. La natura ferina del satiro, evidenziata dalla malformazione della bocca e dallo sguardo strabico, è collegata all’uva e ai pampini sulla testa, un’unica massa con i capelli e le orecchie, forse da interpretare come monito contro l’ebbrezza del bere.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su carta foderata in tela, cm 44,5 x 30


Inventario | 160

Posizione | Sala 19 – Sala di Elena e Paride


Periodo | '600


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa