il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito

Tobiolo e l'Angelo


Autore

Foschi Pier Francesco
(Firenze 1502 - 1567)

Tipologia

pittura

Periodo

'500

Inventario

173

Tecnica

tempera su tavola, cm 80,5 x 59

L’opera fa parte della collezione di Olimpia Aldobrandini . Nella tavola si illustra la storia di Tobiolo, riportata nel Vecchio Testamento, che partito per riscuotere un credito su ordine del padre, è guidato dall’arcangelo Raffaele. Il ragazzo mostra il pesce pescato nel Tigri, la cui bile curerà poi la cecità dell’anziano genitore (a questo miracoloso evento fa forse riferimento il contenitore portato dall’angelo), si noti poi in basso la presenza del cane, simbolo di fedeltà che, in questo caso, lega Tobiolo al padre. Il soggetto era particolarmente in voga nel Rinascimento, soprattutto a Firenze, dove i giovani figli dei banchieri della città, intraprendevano viaggi lontani per imparare il mestiere di famiglia, si trattava quindi di dipinti richiesti come sorta di protezione per un rientro sicuro a casa.