Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Un apostolo: San Paolo

Siciolante Girolamo, attribuito
(Sermoneta 1521 - Roma 1575)


Il dipinto costituisce il pendant del S. Pietro (inv. 37) e dimostra l’evidente appartenenza al medesimo clima culturale, presente a Roma nei primi anni del sesto decennio del secolo XVI.  Anche in questo caso la visione dal basso e la specularità delle figure, fa ipotizzare che esse possano provenire da un unico complesso, forse come sportelli per un organo, oppure per modelli di mosaici.

La realizzazione dell’apostolo – riconosciuto come Paolo, con il foglio piegato che allude alla scrittura delle Lettere –  tuttavia, risulta differente rispetto all’altra di Marco Pino, e viene attribuita a Girolamo Siciolante. Anche in questo caso è percepibile il contrasto tra la monumentalità della figura, di evidente ispirazione michelangiolesca, e la ricercatezza cromatica degli abiti.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tela, cm 136 x 77,5


Inventario | 46

Posizione | Sala 16 – Sala ​della Flora


Periodo | '500


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa