Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Un profeta

ambito romano


Nel 1790 l’opera è ricordata nella collezione, attribuita a Girolamo Muziano. La figura del profeta è di difficile classificazione, risultando prodotto di una sovrapposizione di influssi e suggestioni manieristici e fiamminghi, riferibili in ogni caso alla cultura romana della fine del Cinquecento. Il dipinto presenta proporzioni forzate, tra il viso sfuggente e le grandi mani, vero punto focale della composizione.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tavola, cm 100 x 79


Inventario | 327

Posizione | I depositi


Periodo | '500


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa