il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito

Venere e Amore che reca il favo di miele

Cranach Lucas il Vecchio
(Kronach 1472 - Weimar 1553)


Il dipinto, che reca la sigla con il drago e la data 1531, è caratteristico, nella tipologia femminile sinuosa e allungata, della raffinata maniera di Lucas Cranach e anche il tema rientra nella produzione di questo artista, autore di numerose Veneri accompagnate da amorini. Il favo di miele, recato da Amore, è simbolo dei suoi doni, che sempre riservano, dopo l’iniziale e breve dolcezza, le punture dolorose delle api. I versi di Teocrito, in alto a destra, commentano la caducità dei favori di Venere e la tristezza futura. Venere, probabile ritratto di una dama della corte di Sassonia, ha i capelli raccolti in una reticella dorata e indossa un raffinato copricapo alla moda allora in uso.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tavola, cm 169 x 67


Inventario | 326

Posizione | Sala 10 – Sala ​di Ercole


Periodo | '500


Tipologia | pittura