Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Venere, un satiro e Amore

Bordone Paris
(Treviso 1500 - Venezia 1571)


L’opera è segnalata in collezione già dalla metà del Seicento. Il tema raffigurato potrebbe anche essere identificato con la ninfa Antiope sedotta da Giove trasformatosi in satiro, ma la mela che questi sta cogliendo dall’albero rimanda alla figura di Venere, essendo tale frutto a lei sacro. Già riferita alla scuola del Tiziano e considerata copia del Bellini, la tela è concordemente attribuita al pittore trevigiano.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tela, cm 122 x 148


Inventario | 119

Posizione | I depositi


Periodo | '500


Tipologia | pittura




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa