Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Cristo morto fra gli angeli

Zuccari Federico
(Sant'Angelo in Vado 1542-43 - Ancona 1609)


Il dipinto è replica di un prototipo di Taddeo Zuccari. L’attribuzione a Federico è confermata dalla citazione del dipinto nell’inventario della Collezione dei primi decenni del Seicento. L’iconografia dell’Imago pietatis è tipica della devozione a Roma nel Cinquecento, grazie anche alla Compagnia di Gesù, alla quale era peraltro legata la famiglia Zuccari. Il Cristo è sorretto alle spalle da un angelo mentre altri quattro angeli vegliano il corpo con le fiaccole accese. Il soggetto riflette le tendenze religiose del settimo decennio del secolo XVI, legate al culto degli arcangeli.


Scheda tecnica

Materia / Tecnica | olio su tela, cm 232 x 142


Inventario | 398

Posizione | I depositi


Periodo | '500


Tipologia | pittura


Opera attualmente non esposta
Opera in prestito alla mostra "Ecce Homo: l’incontro fra il divino e l’umano per una diversa antropologia" Villa d’Este / Santuario di Ercole Vincitore (25 giugno – 17 ottobre 2021).




Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa