il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito

Resurrezione di Lazzaro


Autore

Tisi Benvenuto detto Garofalo, seguace
(Garofalo o Ferrara 1476 - Ferrara 1559)

Tipologia

pittura

Periodo

'500

Inventario

243

Tecnica

olio su tavola, cm 64 x 42,5

Posizione

I depositi

Si tratta di una replica, identica per formato e dimensioni, della tavola documentata nella collezione del cardinale Scipione Borghese con l’attribuzione al Garofalo (inv. n. 238) e successivamente considerata opera di scuola. Il dipinto risulta registrato dagli inventari solo a partire dal 1790 e testimonia la fortuna goduta da tale soggetto, la cui versione più celebre è quella oggi esposta alla Pinacoteca Nazionale di Ferrara.