Il vostro Browser ha Javascript disabilitato. Attivalo per vedere correttamente il sito.

Sala di Didone

Sala 9


La sala, già delle Tre Grazie, deve l’attuale denominazione ai dipinti che decorano la volta, raffiguranti episodi della storia di Enea e Didone: il Suicidio di Didone, al centro; Enea che fugge da TroiaEnea e Acate davanti a Didone, il Banchetto di DidoneMercurio esorta Enea a lasciare Cartagine, ai lati. L’autore delle cinque tele è il pittore austriaco Anton von Maron (1733-1797), allievo e collaboratore di Anton Raphael Mengs (1728-1779), giunto a Roma tra il 1756 e il 1761.

Sono qui esposti dipinti dei maestri del Rinascimento umbro e toscano, da Perugino Botticelli ad Andrea del Sarto, fino ad arrivare ai capolavori di Raffaello e dei suoi allievi.

L’opera più antica della collezione è la Crocifissione tra i santi Cristoforo e Girolamo del Pinturicchio (1454-1513) del 1473, mentre di  Perugino (1448 ca.-1523) sono la Madonna con Bambino e il San Sebastiano. La predilezione della pittura toscana per il formato tondo è ben documentata dalla presenza di quattro grandi tavole, eseguite a Firenze tra la fine del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento, tra queste l’Adorazione del Bambino di Fra' Bartolomeo (1472-1571) dove è chiara l’influenza di Leonardo.

Appartengono all’attività giovanile di Raffaello (1483-1520) la celebre Deposizione Baglioni, la Dama col liocorno e il Ritratto d’uomo. Le tre opere documentano l’evoluzione che lo stile del pittore subì passando dalla bottega del Perugino all’ambiente artistico fiorentino. Nella sala è un camino in marmo bianco con intarsi di ametista, fregi in bronzo dorato e maioliche figurate. Si tratta di uno dei sei camini ornamentali della palazzina, eseguito su modello dell'architetto Antonio Asprucci (1723-1808).

Risalgono al secolo XVIII il tavolo con il piano a intarsio di marmi policromi con Putti e la tazza di alabastro giallo su colonna di marmo verde antico.


I capolavori in Sala


3
Deposizione di Cristo - Sanzio Raffaello
2
Ritratto di Uomo - Sanzio Raffaello
1
Dama con liocorno - Sanzio Raffaello

I capolavori in Sala


Opere In sala

Opere attualmente non esposte


Torna alla Villa


Newsletter

Acconsento al trattamento dei dati per le finalità indicate nell'informativa ai soli fini dell'invio della Newsletter ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Europeo per la Protezione dei dati personali (GDPR). Se vuoi ulteriori informazioni consulta l’informativa